Insegnante/guida: Giovanna Fornasiero

Data: 29 maggio 2021

Programma e Itinerario:

Questa lezione su Giotto è strettamente collegata a un’altra che la Professoressa Fornasiero propone con il titolo “La pittura veneta, origini e sviluppo dal XIII al XV secolo”.
Si prevede una lezione in Fondazione al mattino, in cui si parlerà di Giotto e dei suoi modi artistici, delle fonti che lui utilizza, della tecnica dell’affresco e pure di quella della pittura a tempera su tavola; ci si potrà fermare con tutta calma su alcune delle scene dipinte, cosa poi più difficile da realizzare durante la lezione sul campo, perché i tempi sono brevi.
Dopo un veloce pranzo a San Gregorio, al pomeriggio ci si potrà muovere dalla Fondazione e raggiungere Padova, entrare al museo degli Eremitani, raggiungere la zona filtro ad atmosfera modificata dove è obbligatorio rimanere per 15 minuti (si può guardare un video didattico, durante l’attesa), e quindi entrare in cappella tutti insieme e godere della bellezza per i successivi 15 minuti.

Usciti dalla cappella consiglio la visita a una parte del Museo degli Eremitani (con lo stesso biglietto), per vedere altre opere meno note di Giotto e pure un ciclo di dipinti di Guariento, artista padovano del Trecento, interessante in sé e utile per il confronto con l’Artista toscano.

A fianco del museo sarà possibile entrare nella chiesa degli Eremitani, per guardare due cicli di affreschi, uno di Giusto de’ Menabuoi, il principale seguace padovano di Giotto, e l’altro di Andrea Mantegna, il geniale artista del Rinascimento veneto.
La chiesa è stata purtroppo bombardata durante la Seconda guerra mondiale, perciò gli affreschi hanno subito danni, tuttavia sono ancora presenti, testimoni del loro tempo e anche dei fatti novecenteschi.

Prezzo indicativo per 8 persone:

corso, visita guidata, biglietto alla Cappella degli Scrovegni: 90 €/ persona
trasporto: 50 €/persona
pranzo: incluso

Scarica il programma completo della lezione con visita guidata.